Sociable

mercoledì 8 giugno 2011

Sto apPOST: il Cloud Computing

Nuova giornata, nuovo post. Il post di oggi è riguardo al Cloud Computing, visto l'acquisto di ieri sera.
Il cloud computing è il futuro. L'idea: perchè avere i propri dati disponibili solo sul pc di casa, quando possiamo averli ovunque, senza trasferirli qua e là?


 Da qui la trovata di avere una "postazione" connessa online con tutti i nostri dati, piattaforma accessibile da qualsiasi parte del mondo (a patto che ci sia una connessione web). Il cloud può appoggiarsi sia su server online, sia su server, per così dire, casalinghi. Un esempio di cloud online è Dropbox, servizio che mette gratuitamente a disposizione 2GB di spazio per ogni utente, per il salvataggio dei dati. Tali dati sono accessibili da web (dropbox.com), dal software per desktop, o da quello per mobile (iOS, Android, BB).

 Il comodo è che non abbiamo bisogno di spazio fisico in casa, lo scomodo è che lo spazio è limitato e se ne vogliamo tanto, la spesa inizia a salire. Da qui la soluzione che ho adottato io, la versione casalinga, un "home-cloud", una nuvoletta di fantozzi sopra la nostra casa.



Ho acquistato un'oggettino chiamato Pogoplug, esistente in varie versioni (connessione Lan, connessione Wifi, versione Biz); è una scatoletta di pochi centimetri con 4 porte USB e una connessione Lan, cablata per la versione base o senza fili, per la versione Pro. Alle porte usb si possono connettere dispositivi di archiviazone dati, come hardisk esterni, chiavette usb, oppure stampanti. Tali dispositivi verranno condivisi in rete locale dal Pogoplug e sul web, tramite username e password. I dati, come per la Dropbox, sono reperibili su web, su desktop, tramite l'apposito software, o su dispositivi mobili, iPhone e affini, così come le stampanti!



E' finita ragazzi, questo aggeggio è una figata. Quando mi arriva scrivo come funziona perchè ho idea che mi piacerà proprio tanto! ;)





Nessun commento:

Posta un commento